Se il padre beve il figlio non la figlia

Picchia la figlia al supermercato, ma la reazione dei clienti... (speciale Festa del Papà)

Lalcolismo di comportamento rotto

Sono figlia di un alcoolista, che non si ritiene tale. Io sono mamma di due spelndide figlie e quando ho cominciato ad avere i sintomi dell'ansia del nervosismo e mi sentivo diventare rabbiosa ho subito pensato che per il bene delle bimbe dovevo curare la mia ansia perchè hanno diritto di vivere in un ambiente sano e sereno Perchè vi dico questo?

Avrei bisogno di un consiglio da pochi giorni lo abbiamo portato al centro alcolismo della nostra città ora dovrà fare le analisi e poi parlare con lo psichiatra, per ci è venuto solo per accontentarci ma stasera ha bevuto di nuovo si stava avventando contro mia se il padre beve il figlio non la figlia e io ho preso il telefono per minacciarlo di chiamare i carabinieri e lui me lo ha rotto. Io sto male se il padre beve il figlio non la figlia so più come prenderlo, l'ho preso con le buone con le cattive in momenti in cui era ubriaco l'ho anche abbracciato dicendogli che si sta rovincando con le sue stesse mani ma stasera sono avvilita Essere mogli di alcolisti è Il fatto è che parlo x mia esperienza non per dispensare consigli ti rendi conto il danno che è stato fatto ai tuoi figli dall'alcolista e da noi che siamo co-alcolisti!

Un figlio che ha un caratteraccio terribile ma che è completamente astemio, anzi non beve acqua gassata perchè fa male alla salute non fuma Ci sono centri meravigliosi ai quali potervi appoggiare La loro è una malattia e non si rendono conto del male che fanno o che hanno fatto! Da se il padre beve il figlio non la figlia parte sono testona e mi è servita, dall'altra tante reazioni da parte mia sono state troppo forti, avrei potuto essere meno intransigente.

Poche parole, incasinate, ma spero di aver reso l'idea di quel che sento dentro Grazie a tutte mi fa piacere sapere che qualcuno capisce cosa posso provare anche perchè sin da piccola ho vissuto come una vergogna il mio stato di figlia di alcolista, mi vergognavo dire alle amiche che mio padre è un " ubriacone" e quelle volte che lo vedevano strano io facevo finta di nulla, ho sempre cercato di evitare incontri tra lui in quello stato e le persone mie amiche, insomma Idem guarda ti capisco benissimo!!!

Era lei sulla quale mio padre alzava le mani era lei la piu' debole e per me' mio padre era gia' morto prima che morisse perche' l' ha portata alla tomba Purtroppo il rapporto dei tuoi genitori avra' la loro evoluzione a cui purtroppo poco puoi fare Un abbraccio forteee CIAO! Ti sto scrivendo dopo una giornata nella quale mentre le mie mani e il mio corpo lavoravano la mia mente pensava; Pensava al passato,alla situazione che mi ha portato alla condizione in cui mi trovo, e per questo ho deciso di scriverti, perché tu possa non soffrire!!

Io ho avuto un infanzia e in seguito un adolescenza rovinata da grosse problematiche familiari, sono cresciuta con un bisogno damore grande, lo cercavo ma non sapevo Cosa fosse!! Mi bastava una caramellaun attenzione e pensavo che quello fosse il bene Ho passato un periodo nel quale ho avuto la conoscenza di un reciproco scambio tra uomo e donna ed è stato forse il periodo in cui sono stata oggetto di attenzioni e coccole ma con lallontanamento è finito.

E lui Mister x ha fatto la sua scena ;Un grande artista sulla scena, capace di farmi sentire legata a lui. Non lavorava, non importava gli volevo comunque bene, sparivano i soldi Poveretto ha dei problemie questo lo mettevo davanti a tutto ci che mi apriva gli occhi su di lui, fino a quando un giorno il gioco non è più riuscito e ho visto una realtà che mi faceva paura al punto di scappare!

Quindi con il senno di poi ti diconon ti coprire gli occhi per il bisogno di bene, guarda le cose in faccia,e, se il padre beve il figlio non la figlia il primo campanello dentro di te suona non metterlo a tacere! Non arrivare a odiarlo per quello che ti ha fattoancora una volta staresti male solo tu!! Impara ad amartiè importante per capire che se anche non hai qualcuno per cui sentirti utile hai te stessa, e, tu vali. Meriti il tuo amore con la forza del quale andare avanti.

Dopo averti trascritto questa lettera che ho scritto nella mia permanenza nella Casa delle donne maltrattateancora oggi ti rinnovo e lo ripeto anche a me linvito ad amarti perché tu vali! Parti da te stessa carissima dolcesono anch'io figlia di un'alcolista Anche io ciao ho letto la tua storia e l'unica differenza è che io sto diventando come mio padre, si, bevo,birra sempre e non riesco a smettere, solo mia sorella sa il mio problema ,e mi dice di smettere,ma io gli urlo contro che non bevo,che bevo poco, ma non e vero, ho fatto una prova una volta sono stata tre settimane a non bere alcol e ce lo fatta, ma poi ho bevuto uno spriz e poi un altro, epoi un altro e sono andata a casa ubriaca,ora sono assieme a un ragazzo della mia età 37 anni e anche lui come i suoi amici bevono 5, 6, birre e ogni sera rientro a casa ubriaca, questa sera per non sono uscita invece lui e andato a bere una grappa e so già come mi rittorna a casasecondo voi ho un problema come mio padre?

Mi piace Risposta utile! Io sono stata la moglie di un alcolista per quasi 25 anni ho vissuto con i miei due figli l inferno che porta nelle famiglie, l alcolismo La miglior arma? Vivere nell'impotenza ognuno di noi cerca a suo modo di respingere la sofferenza che lo se il padre beve il figlio non la figlia : attraverso l'amore per i figli,per i propri cari per un uomo ma Grazie grazie per le parole spese per alleggerire il mio fardello, grazie per il tempo che se il padre beve il figlio non la figlia hai dedicato ,grazie per i buoni consigli!!!!!

Mala cosa peggiore è vivere 23 anni credendo, anzi essere convinti, di essere invincibili. Io mi sentivo forte, mi sentivo Hulksembrava che tutto arrivasse a me ma mi rimbalzasse addosso senza colpirmi, qualsiasi problema lo vivevo con indifferenza; ma questa indifferenza era solo apparente, o piuttosto non facevo altro che immagazzinare, assorbire, assemblare tanta tanta sofferenza E a me è crollato addosso il mondoa differenza delle altre volte, sono caduta in crisi e tutto ci che ho tenuto dentro si se il padre beve il figlio non la figlia manifestando solo ora attraverso il mio modo di essere con me stessa e con gli altri; attraverso incubi notturni nei quali il personaggio è lui; attraverso manifestazioni che vengono dal mio corpo che solo ora ho capito che son causate dall'ansia Tante tante cose che sottovalutiamo ma chein realtà hanno una sola causa.

Magari il mio carattere non è stato per nulla d'aiuto a me stessa, ma credo che pure quest'ultimo sia tanto se il padre beve il figlio non la figlia dall'ambiente della crescita. Richiesta aiuto volevo chiedervi se mi potete aiutare.

Sono d'accordo certo che il tuo carattere dipende dall'ambiante in cui sei cresciuta! Alcolismo ciao, io ho vissuto un esperienza simile alla tua, mia madre è alcolista e diciamo che non ho avuto un infanzia per niente facile, puoi immaginare, ora sta frequentando alcolisti anonimi, questo gruppo offre sostegno a chi ha dipendenza ma anche ai famigliari.

Tirarsene fuori La tua storia è molto simile alla mia. Sono figlia di madre alcolista, da che mi ricorda mia madre ha sempre bevuto. Ho passato un infazia difficile e nonostante avessi due fratelli più grandi e un padre molto presente, io mi sentivo sola, molto sola, perchè comunque i miei fratelli erano occupati a sopravvivere anche loro e mio padre a mandare avanti al meglio la famiglia. Almeno io avevo un padre decente! Mia madre ne ha fatto di cotte e di crude: dal era un anderivieni dagli ospedali, con ossa rotte a causa di cadute dalle scale, e tutte le volte eravamo io o mio ad essere accusati di picchiarla, poi i medici si dovevano ricredere dopo aver assistito alle crisi di astinenza.

Ha avuto pure un aneurisma, che la portata vicinissima alla morte Lo odiata, amata e odiata ancora. Ormai la mia non era più vita, tornavo a casa dal lavoro e facevo il giro di tutta la casa per cercarla, per vedere se era ancora viva, quando dormiva le mettevo il dito davanti al naso per vedere se respirava Sono stata malissimo mentre mi allontanavo da lei. La prima notte fuori casa, ho dormito come non facevo da anni forse perchè non avevo paura che entrasse lei con un coltello e il mattino dopo tutto ci che avevo passato l'avevo rimosso, come se tutto ci che mi era accaduto fosse stato un racconto di una mia cara amica.

Ho continuato la mia vita, mi sono sposata ed ho avuto una splendida bambina, ma non mi accorgevo che vivevo sempre meno e sempre meno ridevo e provavo piaceri, fino a quando 2 anni fa mia madre è morta, finita dall'alcool. Se ne andata, e se ne è andata se il padre beve il figlio non la figlia anche con molta paura e sofferenza come quella che la accompagnata per tutta la vita.

Dopo la sua morte io sono andata in analisi, sono crollata di botto, ed ora continuo ad andarci per riuscire a tirare fuori le mie emozioni per riuscire a farmi avvicinare tranquillamente da mio marito e da mia figlia. Andando in analisi ho capito che non potevo salvarla, che lei ha voluto seguire il suo destino, e che comunque mi abbia fatto del male, dentro di lei per farsi ci doveva avere l'inferno, e nessuno di noi se il padre beve il figlio non la figlia aiutarla, ma sono convinta che dove è ora finalmente ha trovato la pace.

Mi manca, ma non voglio fare l'opportunista e non vorrei per nulla al mondo che fosse qui tra noi a soffrire ancora. Non è stata colpa dell'alcool Quindi è vero quando ti dicono che tu non puoi fare niente, ma deve esssere lei a vedere che la vita è bella e che a tutto c'è rimedio, il grosso problema è trovarlo.

Carissima dolce Mio padre è un alcolista, convinto per. Anche noi abbiamo passato anni nei centri appositi,ma se ti devo dire la verità non abbiamo risolto nulla. Mio padre ha 43 anni,è giovane,ma ne dimostra Siamo andati da alcolisti anonimi,in varie cliniche per la disintossicazione ogni volta il sogno è durato poco. Quello che non mi convince di quello che dici, è il fatto che lui vada per accontentarvi, la stessa cosa che faceva mio papà. E mi rivedo nella tua telefonata ai carabinieri,la stessa che avevo fatto io un anno fa.

Da me i carabinieri sono venuti per, io ero disperata non sapevo più che fare,ero anche incinta. Povere illuse io e mia mamma pensavamo che la nascita di mi figlio lo facesse ragionare su quanto la vita è bella. Mi crederai che non so più a che albero impiccarmi. Spero tu sia in tempo per risolvere qualcosa. Disperata cara dolce. Innanzitutto carissima, nonostante il dolore e la preoccupazione, dovresti essere fiera di te, per essere diventata una persona più che in gamba ed avere due figlie stupende.

Molti, vivendo certe realtà, non ci riescono. Spesso tendono ad accompagnarsi con partner affetti a loro volta da dipendenze perpetuando la catena di violenze e dolore. Oppure cadono a loro volta in spirali di dipendenza in cui rimangono intrappolate. Ho una parente che ha avuto un padre alcolizzato, pazzo, indescrivibile.

Ha passato l'infanzia con i carabinieri che andavano e venivano da casa sua e con il terrore che quell'uomo potesse uccidere sua madre e lei.

Eppure è diventata una ragazza straordinaria, responsabile, onesta, sveglia ma con dei principi che al giorno d'oggi non si trovano in ragazze della sua età, e questo nonostante suo padre sia ulteriormente peggiorato, ancor più fuori di testa e pericoloso. Il consiglio che posso darti è di concentrarti molto sulle tue figlie e stare vicinissima a tua madre.

Dovete convincere tuo padre a farsi curare, altrimenti trovare la forza di abbandonarlo a se stesso. Forse allora proverebbe a curarsi o si lascerebbe completamente andare. So che non è facile e che tua mamma non riuscirà a farlo facilmente. Per tu, per quanto possa volergli bene, non puoi permettergli di rovinare anche la realtà che ti sei creata. Fai bene a curare la tua ansia e gli attacchi di panico. Tutti dovremmo farlo, soprattutto quando si mettono al mondo dei figli Ma tu non pensi a te?

Anche a me il senso di colpa mi attanaglia Mi ha addirittura detto che "l'ho abbandonata! Io, che faccio fatica a pensare per solo 2 giorni di seguito che tutto andrà per il meglio e che anche io merito una vita serena Mentre sto attenta a quello che combina lei e a tutte le frasi cattive che mi ha detto in passato la MIA vita scorre Io ho dei sogni!!!

E ho diritto di viverli, di realizzarli e spetta a me farlo. Non posso aspettare che mia mamma non ci sia più o che stia meglio perchè potrebbe accadere in un futuro lontano o addirittura mao!!!

Egoista Io preferisco essere chiamata egoista, ma ti dir che ora, nonostante sia morta, sono contenta di avere avuto il coraggio di andarmene. La terapia mi ha fatto accettare la mia vita passata e ora sono più serena e Ma tu non ci puoi appunto fare nulla, non ti dico di ripudiarla, ma ti dico che è ora che pensi alla tua salute! Che vita ciao a tutti. Intanto mi dispiace se il padre beve il figlio non la figlia tutte coloro che si trovano in queste situazioni non adeguate ne a voi figli ne per i loro nipoti.

Vivo da 5 mesi con i suoceri che hanno problemi di alcolismo forse non se ne rendono conto ma io che vengo da fuori di questa famiglia mal messa lo vedo eccome. Il mio compagno figlio loro non si rende conto della gravità della situazione per lui tutto và bene.