Il marito beve 20 giorni

Commento al vangelo del 19 marzo 2017

La codificazione da alcolismo di regine il prezzo

È difficile affrontare l'alcolismo in un matrimonio. Potresti avere la sensazione di aver perso la persona che hai sposato e rivolerla indietro, mentre quella che hai davanti tutti i giorni è un estraneo irascibile che riconosci a mala pena. Tuo marito potrebbe essere un alcolizzato se ha problemi a casa, al lavoro o a scuola a causa dell'alcol, se beve in situazioni pericolose ad esempio prima di mettersi alla guidase si è fatto male o ha ferito qualcun altro sotto l'effetto dell'alcol, se ha provato il marito beve 20 giorni smettere ma non ci è riuscito o se inventa scuse e racconta menzogne sulla sua dipendenza.

Categorie: Relazioni Interpersonali. Ci sono 24 riferimenti citati in questo articolo, che puoi trovare in fondo alla pagina. Segnala gli abusi. In alcuni casi gli alcolizzati possono diventare violenti, perché l'alcol è spesso legato alla violenza.

Non proteggerlo mantenendo il segreto. Racconta l'accaduto ai tuoi genitori, a tua sorella, a un vicino, a un amico o a un mentore spirituale. Assicurati di dare la priorità alla tua sicurezza. Puoi ricevere aiuto chiamando una linea di emergenza per la violenza domestica.

Italia: chiama il numero verde antiviolenza dedicato alle donne Telefono Rosa al Regno unito: chiama Women's Aid al numero Avvicinati a lui in modo non minaccioso.

Usa un tono di voce calmo e parlagli senza usare termini scortesi o il marito beve 20 giorni. Se inizia ad arrabbiarsi o vuole litigare, rispondi con calma che non è il momento adatto e che ne riparlerete in seguito. Evita a tutti i costi di litigare con lui. Potrebbe metterti le mani addosso. Non reagire con rabbia, per quanto sia difficile.

Offrigli bevande analcoliche e cibo. Invece di cercare di tenerlo lontano dall'alcol, cerca di il marito beve 20 giorni verso altri alimenti e bevande. Quando ti chiede dell'alcol, distrailo con una bibita gassata.

Trova un compromesso. Se insiste per fare qualcosa o andare da qualche parte, negozia con lui. Trova qualcosa che lo faccia sentire felice senza renderti infelice. Se vuole per forza mangiare un gelato ma non lo avete in casa, offrigli il marito beve 20 giorni altro il marito beve 20 giorni. Se vuole uscire e fuori diluvia, spiegagli con decisione che piove molto e che forse potrebbe il marito beve 20 giorni un ombrello o ripararsi sotto un davanzale.

Imponi dei limiti. Se l'alcolismo di tuo marito ti colpisce negativamente, fissa delle regole che deve rispettare. Puoi decidere di non restare con lui quando beve o rifiutarti di litigare. Scegli i limiti in base alle tue esigenze, poi comunicali a tuo marito e assicurati che li capisca. Prepara un piano di fuga. Se tuo marito è ubriaco, ha un atteggiamento aggressivo e temi per la tua incolumità, devi essere pronta a scappare.

Chiedi a il marito beve 20 giorni amico o il marito beve 20 giorni un parente se puoi chiamarlo anche a tarda notte e restare da lui al sicuro. Se hai paura di andare via in macchina, chiedi alla persona di fiducia di venirti a prendere.

Spiega in modo chiaro a tuo marito che stai cercando un posto sicuro per la notte e che tornerai il giorno seguente. Se tuo marito si arrabbia, digli che parlerete in futuro. Al momento, dai la priorità alla tua sicurezza. Ricorda che è normale sentirsi a disagio. Probabilmente non è piacevole parlare del problema dell'alcol con tuo marito. Non lasciare che la paura e il fastidio ti impediscano di dire quello che devi. Ricorda che anche la tua situazione attuale non ti fa sentire tranquilla.

Fatti coraggio e inizia il discorso. Scegli il momento giusto per parlare. Non provare a tenere questa conversazione quando beve o sta per farlo. Trova piuttosto un'occasione in cui siete entrambi sobri. Non provare a parlare dell'alcolismo quando sei arrabbiata o turbata.

Se ti senti frustrata quando apre una lattina di birra, non è il momento di iniziare la discussione. Aspetta che entrambi siate calmi e con uno stato d'animo neutro prima di iniziare a parlare; scegli anche un momento in cui non hai impegni a metterti fretta. Dimostra compassione e non giudicare. Non devi punire tuo marito, ma chiedigli di farsi aiutare, in modo da migliorare se stesso e la vostra famiglia. Spiegagli che influenza ha su di te il suo problema con l'alcol.

Potresti avere la sensazione di passare in secondo piano rispetto alla bottiglia quando si rivolge a lei nei momenti di debolezza invece di parlare con te. Potresti avere la sensazione di non riuscire a competere con il rapporto che tuo marito ha con gli alcolici. Se noti che avete delle difficoltà a trovare un legame il marito beve 20 giorni, non esitare a dirlo.

Esprimi con sincerità i tuoi sentimenti e le tue delusioni. Spiega come il problema con l'alcol non influenza solo te, ma anche altre persone, come bambini, parenti o amici. Non incolparlo. Invece di il marito beve 20 giorni la colpa a tuo marito per il suo problema, comunica i tuoi sentimenti. Invece di dire "Non passi mai un po' di tempo con i bambini", prova "Faccio fatica a dare ai bambini le attenzioni di cui hanno bisogno da sola e vorrei il marito beve 20 giorni tuo aiuto".

Chiedi a tuo marito di farsi curare. Fagli capire che lo ami, che lo sostieni, che desideri vederlo felice il marito beve 20 giorni in salute. Chiedigli di ricevere trattamenti per il suo alcolismo. Le cure, tra i loro vari benefici, consentono di affrontare i problemi psicologici e la dipendenza che interferiscono con una vita felice e soddisfacente.

Potresti fare delle ricerche prima di discutere con tuo marito sulle varie opzioni di trattamento. Chiama l'ASL locale e chiedi quali programmi sono disponibili.

Chiedi consiglio a uno psicologo e informati sui programmi fuori e dentro dalle comunità, in modo da essere preparata quando parlerai con tuo marito. Puoi organizzare un intervento formale, il marito beve 20 giorni ad amici, parenti e altre persone che vogliono bene a tuo marito di partecipare. Puoi cercare il sostegno di un professionista degli interventi se necessario.

Non creare subito un piano d'azione. Probabilmente vuoi sentirti dire che smetterà di bere, che non ripeterà più le sue azioni negative e che vuole cambiare. Potrebbe essere sincero oppure tentare di sfuggire da una conversazione sgradevole. Pensa a un piano dopo che entrambi avete avuto modo di elaborare quanto detto e riflettere. Potrete il marito beve 20 giorni di nuovo e decidere il da farsi come coppia, ad esempio eliminare tutti gli alcolici da casa.

Non aspettarti che le cose cambino da un giorno all'altro. Se sei arrabbiata dopo aver provato a parlare con tuo marito senza ottenere alcun risultato, non abbatterti.

Considera le tue parole, le azioni e il sostegno come gradini verso l'accettazione del problema da parte di tuo marito e la riabilitazione.

Non cedere davanti alla negazione. Molti alcolizzati in particolare quelli perfettamente integrati nella società accampano decine di scuse per il loro comportamento, sostenendo di non avere un problema. Invece di provare a combattere la il marito beve 20 giorni con la razionalità, parla con tuo marito con compassione, spiegandogli le tue preoccupazioni.

Spiegagli che l'abuso di alcol sta generando un distacco tra di voi. Se tuo marito continua a bere anche se sa di farti stare male, digli che l'alcol sta influenzando negativamente la vostra relazione. Il suo rapporto con l'alcol ti impedisce di averne uno con lui.

Se esprimerai con chiarezza questo concetto, potresti arrivare a convincerlo dell'esistenza di un problema. Crea una tua rete di supporto. Assicurati di prenderti cura di te. Trova delle persone con cui parlare e che ti danno sostegno. Non mantenere il segreto sull'alcolismo di tuo marito; assicurati di parlare delle tue difficoltà con almeno una persona. Il sostegno emotivo è importante quando hai a che fare con le difficoltà della vita.

Non concentrarti solo sull'alcolismo, ma assicurati di discutere con qualcuno di tutti i tuoi problemi. Considera se portare avanti il matrimonio è la decisione migliore. Se tuo marito rifiuta l'aiuto esterno e hai seri dubbi che le cose miglioreranno in futuro, dovresti chiederti se restare con lui è la scelta giusta.

Se hai la sensazione di essere sposata più con l'alcol che con un uomo, è il momento di rivalutare la tua situazione. Devi considerare la qualità della tua vita, la tua sicurezza e quella dei tuoi figli quando decidi cosa fare e chiederti "Qual è la scelta che mi permette di rispettare di più me stessa e la mia famiglia?

Se tuo marito abusa di te, dai la priorità alla tua incolumità. Meriti di essere sempre trattata con rispetto e chi compie degli abusi raramente smette, anzi spesso diventano un problema ricorrente.

Non bere quando sei con tuo marito. Se il marito beve 20 giorni facessi, per lui sarebbe molto più difficile smettere. Partecipate insieme a eventi sociali in cui non si beve e chiedete anche ad amici e parenti di non servire bevande alcoliche.