Come privare della madre di diritti materna che beve

Maternità obbligatoria e facoltativa

Elena Malysheva per vivere la grande cura del sito ufficiale di alcolismo

Lo Stato non sottrae mai ai genitori il loro prezioso ruolo se non esistono motivi estremamente seri come privare della madre di diritti materna che beve importanti. In passato la legge affidava al genitore di sesso maschile la piena autorità sui figli minori. Con la riforma del diritto di famiglia, avvenuta nelle figure del padre e della madre sono state equiparate sia nei diritti che. Anche di fronte al giudice, se interpellato.

A meno che non sopraggiungano gravissime mancanze da parte dei genitori. I minori possono essere adottati definitivamente solo quando si trovano in uno stato di abbandono materiale e morale irreversibile. Purtroppo sono in aumento i casi di genitori alcolizzati o tossicodipendenti che vengono allontanati dai figli per seguire progetti educativi di recupero.

Non direi. Grazie fin da ora per la sua cortesia. Si rivolga ad un legale specializzato sul diritto minorile. Sulla tematica dei minori, posso solo far comprendere che trattasi di argomenti molto delicati e che di certo non vanno affrontati qui. Anzi, non mi capacito del fatto che, data la gravità, ci si possa rivolgere a un blog sperando di trovare magicamente una soluzione che, invece, necessita di essere approfondita nelle opportune sedi. Peraltro io qui mi occupo di bancario e malasanità, anche se cerco di dare una risposta a tutti.

Prima di puntare il dito e offendere, si chieda cosa ritiene di trovare da uno strumento freddo come internet su argomenti che, detto molto francamente, non dovrebbero nemmeno essere trattati in questa sede. Sono come privare della madre di diritti materna che beve che altri blog saranno molto più ben disposti e calorosi nei suoi confronti.

Direi che la prima cosa da fare è recarsi dai Servizi Sociali. La assisteranno compiutamente durante tutto il percorso che vorrà intraprendere a tutela della minore. Sono argomenti delicati e complicati che non possono essere trattati in un blog. Quando ci sono minori è bene rivolgersi ai servizi sociali.

Loro sapranno indirizzarla al meglio. Da 2 mesi convive con la nuova compagna che fa uso di cocaina, lui è un cosumatore abitudinario di cannabis. Gli ho chiesto x il momento, visto che stanno insieme da pochissimo, di non portare la bimba grande in casa con lei la viene a prendere quasi regolarmente, il piccolo non se lo porta perchè appunto piccolo ha gia subito molti cambiamenti in 3 mesi e vorrei evitare di inserire qualcun altro prematuramente nella sua sfera affettiva.

Vorrei sapere se posso chiedere x vie legali di tenere la compagna lontana dai bimbi x questo motivo e se, nel caso dovessi richiedere analisi del sangue o quello che serve x accertare che lei faccia uso di droghe,poi automaticamente vengano fatte anche a lui o serve una richiesta esplicita a parte x lui. Io temo che ora ne faccia uso anche lui e non so come comportarmi.

Grazie in anticipo. Gentile Dottoressa, ho lasciato il mio compagno da 3 mesi, abbiamo 2 bimbi di quasi 3anni e di 9 mesi. Lui convive da 2 mesi con la nuova compagna che fa uso assiduo di cocaina, lui è consumatore come privare della madre di diritti materna che beve di cannabis e x il tempo che è stato con me aveva lasciato la cocaina perchè primane faceva uso.

Gli ho chiesto x il momento di non portare la bimba grande in casa con la compagna per evitarle ulteriori traumi visto che ha subito gia abbastanza cambiamenti in questi 3 mesi e anche perchè è poco che stanno insieme e vorrei aspettare che siano una coppia stabile prima di inserire qualcun altro nella sfera emotiva dei bimbi.

Ignorando la mia richiesta ha portato la bimba in casa con la compagna che come detto sopra fa uso di cocaina. Vorrei sapere se posso chiedere x vie legali di tenere lontana questa persona dai bimbi x questo motivo e senel caso dovessi fare richiesta delle analisi del sangue o quello che sia x lei, automaticamente si dovessero fare anche a lui.

Io purtroppo temo che abbia ricominciato a fare uso di cocaina anche lui come privare della madre di diritti materna che beve non so come comportarmi.

Buonasera, ho una domanda da Fare, se è possibile. Lui invece ha avuto precedenti penali e continua a sbagliare e comportarsi male con me. La cosa mi preoccupa. Non mi fiderei. Grazie mille. La mia situazione è molto molto delicata il mio ex compagno nn ha mai lavorato e io per difendere mia figlia adesso ha 5 anni mi sono beccata maltrattamenti colporali e materiali. Lui è anche malato mentale e tanto per cambiare sua sorella nn mi ha mai tenuta a conoscenza io adesso felicemente sposata e sempre lavoratrice.

Lui sparito nn chiede mai della figlia e nn mi da il mantenimento. Le mie domande sono due: la prima Il mantenimento nn avendo più i genitori posso. Chiedere un precetto alla sorella che lavora? Grazie aspetto risposta io ho già un legale ma volevo sentire un altro parere. Qui l unica cosa che sanno dire questi chiamati avvocati del cavolo è vai racconta i tuoi problemi a gli assistenti sociali vai fidati degli AS sei senza lavoro e soldi vai a chiedere aiuto a gli AS la stessa canzone….

Io sto vivendo in ossa e pelle questo problema di procura tribunale ecc questo è un grosso buseniss non siamo senza potere verso di loro. Salve AVV. Cristina Lenoci volevo farle gentilmente una domanda. Volvo sapere io o litigato con mio marito perche lui aveva il vizio delle mani e mi a picchiato a me e i miei figli maggiorenni e o chiamato i carabinieri per provvedere e lui con la presenza dei carabinieri mi a minacciato di morte e adesso volevo sapere se lui aveva perso la patria protestante.

Grazie aspetto una vostra risposta al piu presto. Vogliono perdere suoi figli!! Gli assistenti servono solo per rovinare la vita alla gente altro che assistere. Salve,ho una figlia di un anno,il padre la riconosciuta,pero nn e mai stato presente nella sua vita. Neanche al battesimo natale compleanno visite. Come dv comportarmi? Salve, abito con mio figlio di 15 anni. Sono disoccupata e divorziata. A marzo incomincio a lavorare di notte in un ristorante.

Mio ex marito tiene mio figlio a weekend alternati. Il mio ex marito mi ha minacciato con i servizi sociali. Corro rischio di perdere la patria potestà? Qualora vi fosse una segnalazione che possa allarmare in relazione alla vita serena di sua figlia, della questione potrebbero interessarsi i servizi assistenziali.

La questione è abbastanza complessa. Sono un ragazzo di 28 anni e sono il primo di 3 fratelli. Sono figlio di un padre che ha sempre avuto problemi di alcolismo ed ultimamente questi problemi si sono accentuati. Questo soprattutto a scapito di mio fratello di 13 anni che è costretto a subire situazioni seriamente sgradevoli con tanto di insulti da parte di mio padre che si reiterano per tutta la giornata. Purtroppo mio fratello ha sviluppato nel corso degli anni gravi problemi a socializzare con gli altri ragazzi e sono come privare della madre di diritti materna che beve che sicuro che questi problemi siano dovuti al problema che ha mio padre, poichè anche io e mia sorella abbiamo vissuto questi momenti.

Purtroppo mia madre è succube e non riesce a venirne fuori neanche se aiutata ad andarsene. Cordiali saluti. Salve io ho una bambina di 20 mesi, che crescono e mantengo da sola, ho conosciuto un ragazzo che consuma cannabis che sta cercando di smettere.

A Quali rischi Vado in contro con questa frequentazione? Premetto che la bimba la sto tenendo fuori dalla situazione proprio perché sono contraria a queste cose. Il tribunale provvede dopo aver assunto tutte le informazioni e sentito il pubblico ministero, oltre che il genitore. Attendo vs risposta GRZ. Buon giorno,con vivo dal con il uomo di 46 anni da quale e ho avuto un figlio di. Circa 18 mesi…vedendo che non ci riuscivano a arrivarci a fine mese mi sono rivolta ad a. Caritas per il piccolo devo andare una volta al mese ,se mi manca qualcosa per il piccolo data mangiare lui mi risponde sempre dicendomi di andare da a.

Il giorno ,comunque tornando al discorso di mantenimento per piccolino cosa rischia il padre??? Cosa posso fare di più per piccolino????? Salve Avvocato ,sono un padre di un figlio di 12 anni e sono singlela madre naturale si è sposata ed ha un altro bimbo dal marito che non è italiano e non lavora da sei annistando a casa tutto il giorno a dormire e far tardi alla sera. In più casi la madre fa ostruzionismo nel fare vedere il bambino a me ed ai miei genitori che al contrario sono presenti e sono parte attiva nella crescita del bambino.

La questione è troppo complessa per essere trattata qui. Si rivolga ai servizi sociali, La consiglieranno per il meglio. Buona sera avvocato sono una ragazza di quasi 17 anni con un bimbo di 7 mesi e mezzo e un ragazzo straniero di 25 anni quando e nato il mio bambino mi hanno sospeso la patria potesta perche io sono minorenne e lui non ha i documenti…. Salve, sono una ragazza di 18 anni. Dato che ormai provvedo quasi come privare della madre di diritti materna che beve tutto da sola volevo sapere quali sono le regole che i miei genitori possono impormi, e quali sono le mie limitazioni in quanto figlia maggiorenne.

La bambina non vuole proprio andare dal suo papà. La prego mi risponda. Salve sn una mamma di due bimbi piccoli tre anni e l altr 8mesi volevo sapere visto che ho scoperto da poco tramite atteggiamenti strani di mio marito che ha un ritardo mentale lieve di cui i genitori nn mi hanno mai detto.

Volevo sapere se posso togliere la patria potestà al padre visto che cn questo ritardo si fa convincere dalle persone anxhe a lasciargli i bimbi…e nn è in grado di gestirli.

A volte li vuole uscire solo ma io nn mi fido di lasciarli soli a lui …. Si rivolga ai servizi sociali e ad un avvocato, usufruendo del patrocinio a spese dello tato.

Solo loro possono aiutarla. Faccia intervenire i servizi sociali che già la assistono. Solo loro possono trovare una soluzione ideale. Sono un ragazzo di 18 anni con una figlia di 3 mesi e mezzo che vive nella casa della mia compagna, la mia compagna ha 16 anni e ha smesso di allattare dopo 20 giorni dalla nascita. Volevo sapere se io, con il pieno accordo della mia compagna, potevo far vivere nostra figlia a casa mia.

Io ho un contratto a chiamata e ho la possibilità di mantenere nostra come privare della madre di diritti materna che beve anche con un po di aiuto da parte di mia come privare della madre di diritti materna che beve lavoratrice. Poi volevo sapere come privare della madre di diritti materna che beve esercita la patria potestà.

Spero di essere stato abbastanza chiaro. Buon giorno Avvoc.