Problemi di alcolismo in Russia la carta

Dipendenza da alcool - Dott. Cosimo Colletta

Gli uomini beventi e le loro mogli

Per i più esperti suoneranno forse famigliari le città di Novosibirsk e il giacimento di Yamal, ma oltre al fenomeno degli idrocarburi, il resto del paese rimane un mistero.

La scena internazionale è stata il suo palcoscenico, dove ha dimostrato, nel bene e nel male, il ruolo fondamentale tenuto dalla Federazione. Ovvero, la condivisione di un appartamento con altre persone, il più delle volte sconosciute.

Entrare in queste realtà lascia sconcertati, e si percepisce un sapore agrodolce di melanconia, tipicamente russa. Sebbene lo squallore delle abitazioni sia accentuato dalla sporcizia della cucina, dal piano cottura incrostato, dal microonde rotto sistemato, misteriosamente, in salotto e da una quantità inimmaginabile di ciarpame, ricordi di una vita sparsi ovunque, la bellezza della nostalgia riaffiora proprio in questa semplice rusticità.

Le difficoltà economiche si riscontrano per il pagamento delle bollette del gas e della luce, cosa che si risolve vivendo con i coinquilini e dividendo le spese, persino quelle alimentari. Chi è stato invitato per un tè da una famiglia russa, si sarà forse chiesto per quale astruso motivo il muro, abitualmente del soggiorno, sia coperto da un enorme tappeto.

Il tappeto riveste con uno spesso e caldo strato la parete, che data la sottigliezza dello scarso materiale con il quale è stata costruita, lascia passare il gelo invernale. Inoltre, è facile trovare gli inquilini con indosso cappotto, spessi calzini di lana e foulard sul capo persino tra le mura domestiche. Gli problemi di alcolismo in Russia la carta in Russia, raramente rimangono senza far niente, onde la necessità di arrotondare come possono la pensione miserrima.

È facile quindi incontrare per le strade della provincia russa numerosi anziani intenti a vendere qualche paccottiglia su una bancarella da marciapiede, come vecchi libri usati, tazzine, cucchiaini, filo per problemi di alcolismo in Russia la carta e bottoni.

I colbacchi caldi fanno capolino alle casse di vecchi chioschi traballanti alle fermate degli autobus, dove si possono acquistare biglietti della lotteria, birra in lattina, vodka, peluche per i bambini o caramelle. Più si fa, meno si pensa. Gli appartamenti dalle pareti scrostate, ammuffite, odoranti problemi di alcolismo in Russia la carta vita e di anni, sono tappezzati, oltre che dai tappeti, anche dalle fotografie dei parenti e dei nipoti. Piccoli cittadini russi che frequentano la scuola in un qualche villaggio di provincia, e che, talvolta, per raggiungerla, devono percorrere chilometri al gelo a causa dei problemi di alcolismo in Russia la carta di trasporto desueti, precari, che spesso, proprio per via del freddo, si rompono.

In alcune zone della Federazione le infrastrutture scolastiche presentano degli enormi svantaggi, come ad esempio la mancanza dei sanitari. A scuola, come in qualsiasi altra istituzione, è quasi impossibile trovare installazioni che agevolino gli invalidi.

Ancora oggi, negli ospedali, alla nascita di un bambino con problemi di salute fisica o mentale, vi è la possibilità di abbandonarlo o di internarlo. Gli abbandoni di problemi di alcolismo in Russia la carta invalidi o affetti da malattie rare avvengono regolarmente, problemi di alcolismo in Russia la carta per spregevole crudeltà, ma per disperazione, dato che il paese offre pochissime possibilità a chi nasce in queste condizioni.

Chi è invalido non ha la possibilità di frequentare una scuola, e vive spesso da recluso in casa, o in istituti dove capita diventino vittime di abusi, violenza e negligenza sanitaria da parte del personale. Si trasforma in un fantasma, in un invisibile e un dimenticato, come se non fosse mai venuto al mondo. Questo mondo parallelo al lusso tipicamente russo, pacchiano e ostentatore, si materializza a pochi kilometri da Mosca.

Mosca stessa è una città non adeguata a chi soffre di handicap motori e celebrali, e le stesse identiche sorti problemi di alcolismo in Russia la carta chi vive in provincia, capitano a chi risiede nella capitale. Purtroppo le piccole imprese nate dai primi timidi imprenditori, sono state inglobate dalle grandi società russe, quali GazpromLukoilo le più importanti società di assicurazioni, spezzando le gambe a chi ha tentato di creare la piccola-media impresa.

Le tasse pagate dai cittadini russi, seppur più basse di quelle italiane, non si riflettono in nessun servizio pensionistico o di welfare, lasciando alle proprie sorti buona parte della popolazione.

Nonostante la Russia abbia compiuto passi da giganti nel settore del progresso tecnologico, militare, informatico e nella sua fonte problemi di alcolismo in Russia la carta energia principali, gli idrocarburi, per poter vantare il titolo di superpotenza, dovrebbe prima di tutto rimettere in questione la sua politica interna.

Oltre, ovviamente alla risaputa stretta autoritaria sulla stampa e sulla libertà di parola, è fondamentale trovare una soluzione alla precarietà per i 20 milioni di russi che vivono sotto la soglia della povertà.

La lotta interna contro il terrorismo e contro il potere economico centrato nelle mani degli oligarchi è stata preziosa per la quiete e la sicurezza, più o meno stabile, che adesso si vive nel paese.

Bisognerebbe inoltre inglobare nella società russa i cittadini invalidi, facendoli sentire parte della Nazione e non fantasmi dimenticati. Una finestra sulla vera Russia di Putin. Home Contributi e articoli Una finestra sulla vera Russia di Putin. Una finestra sulla vera Russia di Putin È il mondo della gente comune, dei pensionati, e degli invalidi.

La Russia non è un paese per invalidi. Il tabù è rimasto dal comunismo. Il sito utilizza cookie di terze parti per rilevazioni statistiche.

Continuando la navigazione, se ne considera accettato l'uso. Accetto Maggiori informazioni.