Polmonite ad alcolismo

Venezuela al voto: incandescente fine campagna, nel nome di Chavez

Al marito, questo che è stato versato in alcool

La polmonite è una malattia dei polmoni e polmonite ad alcolismo sistema respiratorio caratterizzata dall' infiammazione degli alveoli polmonarii polmonite ad alcolismo si riempiono di liquido che ostacola la polmonite ad alcolismo respiratoria. Meno frequentemente è conseguenza della somministrazione di alcuni farmaci o di altre condizioni quali certe malattie polmonite ad alcolismo. Il quadro clinico è tipicamente caratterizzato da tossedolore toracico, febbre e difficoltà respiratorie.

Sono disponibili vaccini per prevenire alcuni tipi di polmonite. Il trattamento polmonite ad alcolismo dalla causa sottesa. Se la polmonite è batterica viene trattata con antibiotici. Se la polmonite è grave, la persona colpita necessita generalmente di un ricovero in ospedale. Se nel XIX secolo William Polmonite ad alcolismo la definiva "il capitano degli uomini della morte" [6]l'avvento della terapia antibiotica e dei vaccini, nel secolo successivoha permesso di ottenere un miglioramento nella sopravvivenza.

La polmonite è una malattia comune in tutta la storia umana. Maimonide d. Edwin Klebsnelfu il primo a osservare batteri nelle vie aeree di persone morte di polmonite. Lo studio iniziale polmonite ad alcolismo Friedländer introdusse la colorazione di Gramun test di laboratorio fondamentale e ancora oggi utilizzato per identificare e classificare i batteri. Hans Christian Gram descrisse la procedura nel e polmonite ad alcolismo di differenziare polmonite ad alcolismo due batteri, dimostrando che la polmonite poteva essere causata da più di un microrganismo.

Questa frase fu originariamente coniata da John Bunyan in riferimento proprio alla tubercolosi. Gli sviluppi della medicina avvenuti durante il XX polmonite ad alcolismo hanno migliorato sensibilmente la prognosi per le persone affette da polmonite. La vaccinazione dei bambini contro l' Haemophilus influenzae di tipo B è iniziata nel e ha portato a un drastico calo dei casi. Prima della scoperta degli antibiotici le polmonite ad alcolismo erano la principale causa di morte nella popolazione generale.

In caso di sopravvivenza, anche a causa del lungo periodo di degenza, risultavano frequenti l'indebolimento del muscolo cardiaco, il deficit cronico della polmonite ad alcolismo respiratoria e i traumi alla polmonite ad alcolismo vertebrale dovuti ai continui colpi di tosse. Altre complicanze della tosse potevano essere fratture da sforzo alle costole inferiori, l' ernia addominale o inguinale nei soggetti predisposti, quali operai addetti al lavoro pesante, e la sindrome di Tietze ugualmente nei soggetti già predisposti, come casalinghe che usavano frequentemente il battipanni.

Nelle fasce sociali più povere, come tutte le malattie in maggior o minor misura invalidanti, aveva inoltre un notevole impatto economico sulla famiglia, sia polmonite ad alcolismo il costo delle lunghe cure sia per la perdita del lavoro, quando il soggetto colpito era il principale lavoratore della stessa, per esempio nella famiglia di un minatore o operaio. La polmonite è al giorno d'oggi una malattia molto diffusa che colpisce circa milioni di persone l'anno, in tutte le parti del mondo.

Nella polmonite ha colpito circa milioni di bambini milioni nel mondo in via di sviluppo e 5 milioni nel mondo sviluppato. L' Organizzazione Mondiale della Sanità stima che una morte su tre tra i neonati è dovuta alla polmonite. Anche se vi sono più di ceppi di agenti infettivi identificati, solo alcuni sono responsabili della maggior parte dei casi. Il termine "polmonite" è a volte ampiamente utilizzato per qualsiasi condizione con conseguente infiammazione dei polmoni causata ad esempio da una malattia autoimmuneda ustioni chimiche o reazioni ai farmaci.

Condizioni e fattori di rischio che predispongono alla polmonite sono: fumoimmunodeficienzaalcolismobroncopneumopatia cronica ostruttivamalattia renale cronica e malattia epatica. La diffusione della polmonite avviene principalmente a causa dell'inalazione degli agenti patogeni, sebbene altre patologie del sistema respiratorio o del sistema linfatico possano predisporre al suo sviluppo.

La polmonite ab ingestis è una broncopolmonite che si sviluppa a causa dell'ingresso di materiali estranei nelle vie respiratorie, spesso provenienti dalla bocca o dallo stomaco compresi cibo, saliva o secrezioni nasali. La diffusione di microrganismi è facilitata quando sono presenti alcuni fattori di rischio. Il fumo favorisce gli effetti di Streptococcus pneumoniaeHaemophilus influenzaeMoraxella catarrhalis e Legionella pneumophila.

Il contatto con gli uccelli è associato alla Chlamydia psittacigli animali da fattoria alla Coxiella burnetiil'aspirazione del contenuto dello stomaco a vari polmonite ad alcolismo anaerobici. Infine, la fibrosi cistica è correlata all'infezione da Pseudomonas aeruginosa e a quella da Staphylococcus aureus.

I pazienti con polmonite virale possono essere secondariamente infettati dal batterio Streptococcus pneumoniaedallo Staphylococcus aureusdall' Haemophilus influenzaein particolare quando hanno ulteriori problemi di salute.

Virus diversi predominano in diversi periodi dell'anno; per esempio, durante l'influenza stagionale, gli orthomyxoviridae possono causare più della metà di tutti i casi virali. In presenza di alcune infezioni virali, si possono presentare dei reperti particolari: polmonite ad alcolismo dell' epitelio bronchiale e alveolare polmonite ad alcolismo infiammazione acuta infezioni da varicella-zoster e da adenoviruscellule epiteliali giganti con inclusioni citoplasmatiche o nucleari in caso d'infezione da citomegalovirus ed effetti citopatici.

La polmonite fungina è rara, e si presenta più comunemente nei soggetti con un sistema immunitario indebolito a causa di AIDSdell'assunzione di farmaci immunosoppressori o per altri problemi di salute.

L' istoplasmosi è più comune nel bacino del fiume Mississippimentre la coccidiomicosi è più frequente nel sud-ovest degli Stati Uniti.

Le polmoniti non infettive spesso hanno causa allergica o sconosciuta idiopatica [43] e causano quadri di malattia polmonare diffusa. I setti alveolari, infatti, si presentano edematosi e polmonite ad alcolismo con un infiltrato composto prevalentemente da linfocitiistiociti e, meno frequentemente, plasmacellule.

La polmonite spesso inizia come una infezione del tratto respiratorio polmonite ad alcolismo che successivamente si sposta nel tratto respiratorio inferiore. La maggior parte dei batteri entra nei polmoni tramite l'aspirazione di organismi che risiedono nel cavo orale o il naso. I virus possono raggiungere i polmoni da una serie di percorsi diversi. Il virus respiratorio sinciziale è in genere contratto quando la gente tocca oggetti contaminati e poi si tocca gli occhi o il naso.

La sepsi è una potenziale complicanza della polmonite, ma in genere si verifica solo nelle persone con un sistema immunitario scarso o con asplenia. I microrganismi più comunemente coinvolti sono lo Streptococcus pneumoniael' Haemophilus influenzae e il Klebsiella pneumoniae.

Se questo esame mostra la presenza di un empiema, è necessario provvedere ad un completo drenaggio del pus. Quando invece il fluido è polmonite ad alcolismo, esso deve essere eliminato solo se è causa di sintomi, o se la condizione non si risolve. Inoltre raramente i batteri nei polmoni possono formare una raccolta di liquido infetto, l' ascesso polmonare.

Antibiotici somministrati per lungo tempo sono di solito sufficienti per trattare un ascesso polmonare, ma a volte anch'esso deve essere drenato da un chirurgo o da un radiologo interventista. I polmoni si riempiono di liquido rapidamente e diventano rigidi. Altre cause dei sintomi devono essere considerate come un infarto del miocardio o un' embolia polmonare. La polmonite è più comunemente classificata in base al luogo ed alle modalità di acquisizione: acquisita in comunità, da ab ingestisassociata all'assistenza sanitaria, acquisita in ospedale, od associata alla ventilazione meccanica.

La polmonite viene tipicamente diagnosticata sulla base di una combinazione di segni fisici e di una radiografia del torace. Inoltre, la tosse è spesso assente nei bambini con meno di 2 mesi di età. Nonostante i sintomi e i segni clinici siano vari e dipendano dall'età del paziente e dalla causa della malattia, si possono verificare sintomi diffusi quali: febbre spesso altatosseproduzione di polmonite ad alcolismo e dolore toracico acuto.

In alcuni casi polmonite ad alcolismo presentano anche respiro accelerato e pleurite. I segni ed i sintomi polmonite ad alcolismo nei bambini sotto i cinque anni sono febbre, tosse e respirazione veloce o difficile. I segni e sintomi più gravi possono includere: cianosi della pelle, riduzione della sete, convulsionivomito persistente, temperature alte, diminuzione del livello di coscienza.

Rumori respiratori possono essere auscultati, sopra l'area interessata durante l'inspirazione, tramite lo stetoscopio. Negli adulti, nei casi più lievi gli esami strumentali non si rendono generalmente necessari [60] : se tutti i parametri vitali e l' auscultazione appaiono normali, vi è un rischio molto basso di polmonite.

Negli individui per cui polmonite ad alcolismo rende necessaria l'ospedalizzazione vengono raccomandati la valutazione della saturazione emoglobinica arteriosa polmonite ad alcolismo, la polmonite ad alcolismo del torace e gli esami del sanguetra cui un emocromo completo, elettroliti sierici, livelli di proteina C-reattiva e, eventualmente, test di funzionalità epatica.

Una radiografia del torace viene spesso usata per formulare una diagnosi. Normalmente la determinazione dell'agente eziologico non è conveniente e in genere non altera la gestione della malattia. In individui con tosse cronica produttiva è consigliata una coltura per Mycobacterium tuberculosis.

Molte malattie possono presentarsi con segni e sintomi simili alla polmonite, come ad esempio: la broncopneumopatia cronica ostruttiva BPCOl' asmal' edema polmonarebronchiectasiecancro ai polmoni e polmonite ad alcolismo embolia polmonare.

Infine l'embolia polmonare comporta anche un dolore toracico acuto di esordio e la mancanza di polmonite ad alcolismo. I casi di polmonite virali o batteriche di solito si presentano con sintomi simili. Nell'infarto polmonare si ha emottisi e il dolore precede la febbre; nell'atelettasia mancano i rantoli per assenza di flussi di aria e vi è assenza del murmore vescicolare.

In genere, polmonite ad alcolismo somministrazione di antibiotici per via orale e di semplici analgesiciun periodo di riposo e l'assunzione di fluidi, sono sufficienti per arrivare ad una completa guarigione.

Il punteggio CURB è utile per determinare la necessità del ricovero negli adulti. Nel Regno Unitola terapia empirica con amoxicillina viene raccomandata come prima linea per la polmonite acquisita in comunità, con la doxiciclina o la claritromicina come scelte alternative.

Gli inibitori della neuraminidasi possono essere somministrati per il trattamento della polmonite virale causata da virus influenzali influenza A e influenza B.

In polmonite ad alcolismo, la polmonite ab ingestis polmonite ad alcolismo trattata in modo conservativo tramite antibiotici indicati solo per questo tipo di infezione. Le opzioni più comuni sono la clindamicinala combinazione di un antibiotico beta-lattamici e polmonite ad alcolismo o un aminoglicoside.

Con il trattamento, la maggior parte delle polmoniti di origine batterica tende a stabilizzarsi in giorni. Le complicanze possono verificarsi soprattutto nei pazienti anziani e in quelli con altri problemi di salute. Sono stati sviluppati alcuni criteri di predizione clinica, per pronosticare con maggiore obiettività l'evoluzione di un caso di polmonite.

La prevenzione dalla polmonite comprende la vaccinazionel'adozione delle idonee misure comportamentali ed il trattamento appropriato di eventuali altri problemi di salute. Smettere di fumare [60] e ridurre il più possibile l'esposizione all'aria inquinata sono strategie fortemente raccomandate.

I trattamenti opportuni per le malattie sottostanti come l' AIDSil diabete mellito e la malnutrizione possono ridurre il rischio. Nelle donne in stato di gravidanzatest per lo streptococco di gruppo B e per la Chlamydia trachomatis e l'eventuale somministrazione di un trattamento antibiotico, riduce i tassi di polmonite nei neonati.

La vaccinazione previene alcune polmoniti batteriche e virali, sia nei bambini che negli adulti. Il vaccino antinfluenzale è modestamente efficace contro l'influenza A e B. Le vaccinazioni contro l' Haemophilus influenzae e contro lo Streptococcus pneumoniae hanno fornito buone prove per consigliare il loro utilizzo.

Un vaccino contro lo Streptococcus pneumoniae è disponibile per polmonite ad alcolismo adulti, ed è stato dimostrato in grado di ridurre il rischio di malattia pneumococcica invasiva. Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Riproduci file multimediale. Crepitii info file. Crepitii ascoltati tramite stetoscopio in un paziente con polmonite.

URL consultato il 21 aprile Appleton and Company,p. Ruuskanen et al. Saunders,p. Medvol. Appleton,p. Adams et al. Whitney et al. URL consultato l'11 novembre