Oggetto di ricerca di alcolismo

Siamo Noi - Mario, storia di un alcolista

Cura anonima di alcolismo in Cheboksary

To browse Academia. Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. Log In Sign Oggetto di ricerca di alcolismo. No party! Etnografia dei giovani bevitori. Etnografia dei giovani bevitori Etnografia e ricerca qualitativa, Charlie Barnao. No Party! The data had been collected with a qualitative study January January conducted in Trento, a town in the northeast of Italy.

Drinking alcohol in a group is at the same time a rite of passage Arnold Van Gennep and a rite of institution Pierre Bourdieuwhich produce symbolic boundaries separating those who belong from those who do not and create processes of stratification and social differentiation status, gender, etc.

I rituali del bere diventano, in questo modo, una frontiera simbolica che separa gli eletti da quelli che non lo sono, producendo processi di stratificazione e di differenziazione sociale sta- tus, genere, ecc. I dati su cui si basa il lavoro sono quelli rilevati in una recente ricerca qualitativa condotta a Trento gennaio gennaio Sono state condotte 45 in- terviste in profondità oggetto di ricerca di alcolismo giovani anni e a testimoni privilegiati operatori sociali, educatori, baristi, ecc.

Nella parte oggetto di ricerca di alcolismo del lavoro presenteremo una tipologia di giovani bevitori. Ho deciso, comunque, di integrare tali dati con quelli rilevati attraverso delle interviste in profondità.

In particolare sono state condotte 38 interviste durata media 40 minuti circa a giovani bevitori 35 donne e 3 uomini e 7 interviste a testimoni privilegiati operatori sociali, medici, baristi, ecc. Nella parte conclusiva scenderemo nel dettaglio delle reti interazio- nali del bere.

Successivamente scomporremo i differenti ri- tuali individuandone e analizzandone gli oggetto di ricerca di alcolismo fondamentali: norme di riferimento e azioni strategiche degli attori, nel rispetto delle norme stesse. Le culture del bere Secondo Ullman si possono distinguere due tipi di culture legate al bere. Ai tradizionali modi di bere bagnato pranzi, cene, aperitivo, ecc. Facciamo un esempio. Quella del botellon è una pratica che ha le sue origini in Spagna. Consiste nel bere alcolici oggetto di ricerca di alcolismo parte di giovani riuniti in piazze, parchi o strade o al- tro luogo pubblico prima di entrare nei pub, discoteche, bar.

Il botellon è pra- ticato sempre più spesso da giovanissimi ragazzi tra i 13 e i 16 anni. Per questa categoria di giovani, corrisponde alla fase preparatoria della serata. Si tratta di un ape- ritivo alcolico, probabilmente nato ai tempi della dominazione austroungarica nel Friuli Venezia Giulia. Nella sua versione originaria veniva preparato con una semplice mesco- lanza tra vino rosso o bianco e acqua frizzante. Vi sono diverse varianti cittadine che, a loro volta, vengono poi interpretate libe- ramente dai baristi.

Si tratta di bevande che sono dirette ad un pubblico giovanile, attratto dalla forma delle bottiglie, dal colore, dal gusto fruttato della bevanda. Alle motivazioni economiche per praticare il botellon si associano in questi casi motiva- zioni pratiche legate agli aspetti legali. In Italia, infatti, è vietato bere alcolici nei bar a giovani che non abbiano compiuto 16 anni. Bevendo in strada questo controllo viene a mancare. Se, come abbiamo detto, si pratica questo rituale dello stare insieme bevendo normalmente nelle ore serali, oggetto di ricerca di alcolismo è inusuale vedere gruppi di giovani che si passano il botellon di mano in mano per bere su strada anche di giorno durante le ore scolastiche.

Oggetto di ricerca di alcolismo binge drinking non si pratica ogni volta che si esce insieme. Si tratta di una pratica più frequente nel fine settimana per ovvie ra- gioni legata alla possibilità di gestire più agevolmente in casa e lon- tani dal posto di lavoro o di studio il post-sbornia.

Istat,p. Per un appro- fondimento recente sul tema si veda: Hayward e Hobbs Gli shot sono de- gli short drink particolari. Si servono in piccole quantità e in piccoli bicchieri di dimensioni variabili tra i 3,5 e i 6 cl. Si bevono tutti in un sorso e, come abbiamo anticipato, servono a fare salire velocemente la gradazione alcolica. Vi sono poi i sin- goli una sola bevanda classici come il limoncello, la grappa, il rum, ecc.

Una tipologia di bevitori Esistono delle subculture di riferimento che influenzano fortemente il bere degli attori sociali. A seconda del gruppo a cui si appartiene si bevono bevande diverse, in luoghi diversi e con modalità diverse. Si tratta di una categoria di giovani, oggetto di ricerca di alcolismo lo più italiani, di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Le caratteristiche aggreganti di questi soggetti sono relativamente poche ma oggetto di ricerca di alcolismo chiare. Tra queste la preferenza per le discoteche e la musica house o dance.

I maschi fighetti bevono vino bianco o rosso nella fase di prepa- razione anche se con alcune rare eccezioni. In questa stessa fase le fighette più giovani possono bere gli alcolpop. Nella fase del binge sono di rigore il cocktail alla frutta per lei, più forti a base di vodka o rum per lui e gli shot per lui e per lei.

Anche negli shot si evidenziano differenziazioni di genere, essendo presenti shot tipica- mente da uomo es. Concludiamo questa parte dedicata alla categoria dei fighetti con- siderandone una sottocategoria: quella dei cosiddetti superfighetti o fi- ghetti perfetti. Si tratta di quei fighetti che manifestano una sorta di autocoscienza di gruppo.

Talvolta si vantano di essere fighetti e addi- rittura gareggiano per essere più fighetti degli altri del gruppo. Per i superfighetti non è solo importante avere abiti di marca, ma soprat- tutto è importante avere e indossare gli indumenti più recenti della moda espressa da quella determinata marca. Per quanto riguarda modi di bere e di stare insieme, i superfighetti si comportano in modo pres- soché identico ai fighetti.

Gli allamano. Secondo diverse inter- vistate gli uomini che hanno superato i 35 anni e che escono la sera per bar possono considerarsi tutti allamano. Nella fase di preparazione, le bevande degli allamano sono nor- malmente la birra per lui, prosecco, birra o spritz per lei. Nella fase di binge effettivo, si passa ai superalcolici senza preferenze specifiche di categoria né per lui né per lei.

Anche tra gli allamano, come tra i fighetti, troviamo una sottoca- tegoria che, in qualche modo, possiamo considerare come oggetto di ricerca di alcolismo da coloro che estremizzano, vivendoli in modo talvolta radicale, i princi- pali elementi culturali di riferimento della categoria più generale. È da notare il fatto che nelle appartenenze più radicali degli allamano allamano es. I poser. Le donne in carriera. Negli ultimi anni si è avuto un notevole in- cremento del numero di donne che fanno uso e abuso di sostanze alco- liche Pala, ; Bracalenti, ; Nakken, ; Pierlorenzi e Senni, Si tratta di donne di età compresa tra i 25 e i 40 anni in genere ex fighette che ho intervistato e osservato nei loro comportamenti legati al bere, durante tutto il corso della ricerca.

Le trattiamo come una categoria a parte perché manife- stano caratteristiche specifiche non trovando, peraltro, un corrispettivo maschile. Gli uomini sopra i 35 anni e con caratteristiche corrispon- denti ex fighetti rientrano normalmente, come abbiamo già detto in precedenza, nella categoria degli allamano.

Nel loro modo di comportarsi in pubblico, nello stare con gli altri e soprattutto nel bere si comportano in modo simile alle oggetto di ricerca di alcolismo. Gli adolescenti. Si tratta di una percen- tuale ragguardevole soprattutto se si considera che in Italia è vietata la somministrazione di alcolici a ragazzi al di sotto dei 16 anni. Ma è probabilmente tra i ragazzi di anni che emerge il quadro più allarmante.

Si tratta piuttosto di un miscuglio non ben definito di norme e orizzonti valoriali. Il binge drinking appare una pratica ampiamente diffusa e fre- quente soprattutto nel fine settimana. Unica eccezione, in questo senso, un maggiore utilizzo degli alcolpop da parte delle ragazze. Una delle pratiche che negli ultimi tempi — come abbiamo anticipato — sta avendo sempre maggiore diffusione è quella del botellon.

Tale pratica oggetto di ricerca di alcolismo realizzata, in particolar modo, in alcuni luoghi alcune piazze e alcune piccole zone verdi della città che sono diventati oramai luogo di ritrovo abituale per gli appartenenti a questa categoria. Analizzeremo, cioè, le norme che stanno alla base dei diversi rituali e le azioni strategiche compiute dagli attori nel rispetto delle norme stesse.

Diversi autori hanno messo in evidenza come i riti soprattutto quelli pubblici nella società contemporanea abbiano, apparentemente, diminuito la loro importanza. Il tutto sembrerebbe dimostrato da una effettiva povertà simbolica dei riti contemporanei legati alla nascita, alla morte, ai compleanni Segalen,p. Pitt-Rivers, I tradizionali luoghi del rito in ambito religioso, scolastico, professionale, civile, ecc.

Oggi i riti si trasferiscono in sfere private o in sfere pubbliche diverse da quelle tra- oggetto di ricerca di alcolismo considerate, ma la loro importanza non è diminuita. Si sono spostati dal centro ai margini dello scenario sociale. Li si trova oggi nel campo dello sport, del tempo libero, ecc. La generale voglia oggetto di ricerca di alcolismo rito, infatti, si oggetto di ricerca di alcolismo con la funzione relazio- nale del rito del bere.

Quale la reale funzione sociale che svolgono? Per rispondere a queste domande fac- ciamo riferimento alla strumentazione teorico-concettuale proposta da Arnold Van Gennep sui rituali di passaggio e da Pierre Bourdieu sui rituali di istituzione. Ad esempio si tratta di riti che vengono praticati in occasione della nascita, della pubertà, della morte, del matrimonio.

Il bere rituale accompagna passaggi di stato: ad esempio il celibe o la nubile verso la condizione di per- sona sposata; lo studente universitario verso la condizione di lavoratore o disoccupato! Il oggetto di ricerca di alcolismo rituale, infine, accompagna tutti quei pas- saggi ciclici, talvolta quotidiani, che scandiscono il passaggio dal tempo del lavoro al tempo del divertimento.

In tutti questi passaggi, i rituali dello stare insieme assumono, come simbolo centrale del passaggio, la consumazione sociale di sostanze alcoliche. Oggetto di ricerca di alcolismo la funzione dei rituali del bere non è solo quella di integra- zione.

I rituali del bere sono talvolta anche rituali di separazione o — per dirla con Bourdieu — di istituzione. Ad ognuno dei mondi culturali descritti in precedenza fighetti, al- lamano, poser, donne in carriera, adolescenti appartengono dei rituali del bere specifici che vengono eseguiti con modalità diverse a seconda del riferimento culturale.

Si tratta di rituali che oggetto di ricerca di alcolismo, che istitui- saggio contemporanei. Tra gli studi più recenti ricordiamo: Kimmel ; Jeffrey ; Crawford e Nowak ; Montemurro Istituiscono differenze di ruolo, differenze di genere tra uomo e donna, differenze di status.

Si pensi, ad esempio, alla grande differenziazione che viene istituita tra i due sessi dal di- verso modo di bere: tipo di bevanda, rituale della seduzione, ecc.