Gli alco fermano gocce di alcolismo come rivolgersi

Alcol tra giovanissimi, lo sballo e le sue conseguenze - Generazioni del 11/11/2015

Aiuti a smettere di bere per sempre

Bevo troppo. Come faccio a esserne sicuragli alco fermano gocce di alcolismo come rivolgersi chiedete? Perché sto bevendo proprio adesso, mentre scrivo. Non ho mai perso né casa, né famiglia né carriera a gli alco fermano gocce di alcolismo come rivolgersi dell'alcol, in primo gli alco fermano gocce di alcolismo come rivolgersi perché non possiedo queste cose e quindi non posso nemmeno perderle.

Nota bene: questa regola non vale quando sono in vacanza o durante qualunque altra cosa che non sia routine. Aspettare fino a sera per bere è un obiettivo abbastanza facile da raggiungere quando per tutta la giornata devo riprendermi dallo schifo che ho ingerito la notte prima. Trovarmi davanti una bottiglia è la stessa cosa che ricevere una lobotomia frontale.

Mi sveglio a mezzogiorno, stordita inciampo qua e là e mi fermo a guardare le vite dei miei amici ormai sistemati e più produttivi, e mentre recitano la loro parte su miriadi di social media io lentamente e sistematicamente bevo caffè. Moltissimo caffè. Il caffè è una necessità; il suo colore marrone rispecchia le borse che ho costantemente sotto gli occhi. Quando il sole è nel suo punto più alto mi muovo sotto un velo di nebbia, per poi sfrecciare via ogni volta che devo lasciare le gloriose quattro mura che chiamo casa.

Questa frenesia senza sosta rende ogni situazione catastrofica, sia essa importante o no. Sempre più spesso mi trovo costretta a scusarmi per il ritardo, a inviare messaggi disperati mentre sono ferma al semaforo a tirare pugni contro il cruscotto.

Il traffico mi fa arrabbiare, ma sono più arrabbiata con me stessa. Le mail che mando le rileggo raramente, o mai. Non mi va di sapere cosa contengono. La mia produttività ne risente. Dico a me stessa e a chiunque mi ascolti che ho il blocco dello scrittore.

Ho paura della dura verità che mi si presenta nello stato di completa sobrietà. A seconda del mio livello di ubriachezza, o mi fingo preoccupata o rispondo che io bevo tutte le sere da dieci anni. In ogni caso io non sento nulla.

Nel mio vocabolario la parola moderazione non esiste. Sono una da sostanze liquide, non solide. È più facile rapportarsi al mondo attraverso un filtro, proprio come è più facile pubblicare foto di sé quando vi si applica un filtro.

Dopotutto i filtri nascondono i difetti che stanno sotto. Faccio standup comedy. Di solito dopo aver bevuto. Non sono sola. Ma sicuramente un giorno dovremo farlo. Quasi tutti gli over 35 nel mio stesso campo, tra quelli che conosco, a un certo punto hanno smesso di bere e si sono rassegnati a fare l'anima triste che se ne sta seduta con un bicchiere di acqua tonica tra le mani.

Questo vorrebbe dire che mi restano quattro fantastici e per fantastici intendo brutti anni di bevute. Credo che l'alcolico che preferisco sia il bourbon, ma in realtà non faccio testo. Bevo qualunque cosa abbia più di un grado e un minimo gusto.

È buonissimo. Siamo compagni che non si separano perché trovano sicurezza nel solo fatto di condividere qualcosa. Voglio il divorzio con tutta me stessa. Ma allo stesso tempo non voglio essere sola. Questo articolo è stato pubblicato più di gli alco fermano gocce di alcolismo come rivolgersi anni fa. Tagged: alcol Vice Blog alcolismo Tieniti informato sulle nostre migliori storie!