Funghi di medicina di alcolismo

La storia di un ex alcolista che è riuscito a vincere la sua fragilità

Delirium tremens in 23 anni

Il gruppo dei farmaci antimicotici o antifungini comprende tutte quelle molecole capaci di inibire in modo selettivo lo sviluppo dei funghi o miceti patogeni. Per questo vengono utilizzati per trattare le micosi, cioè infezioni causate da funghi e lieviti che possono proliferare in diverse aree del corpoad esempio fra le dita dei piedi o sulle unghiee della mano.

Alcuni funghi i cosiddetti dermatofiti sono ad esempio particolarmente attratti dalla cheratina contenuta nei tessuti duri e idrorepellenti che formano pelle, le unghie e il cuoio capelluto e possono causare micosi cutanee, onicomicosi o micosi del cuoio capelluto. Le infezioni micotiche sistemiche possono ad esempio colpire i polmoni, oppure il cervello; è questo il caso della meningite micotica, in cui un fungo riesce ad infettare le membrane che circondano cervello e midollo spinale.

Tra le micosi sistemiche più comunemente associate a immunodepressione ci sono quelle causate dai funghi Candida albicans candidiasi sistemica e Aspergillus fumigatus aspergillosi polmonare. Per saperne di funghi di medicina di alcolismo sulle micosi leggi questa scheda. I possibili risultati della loro azione sono due. Altri, come l'acido undecilenico e il sertaconazolo, possono invece impedire alle cellule del fungo di crescere o riprodursi. Nel caso delle infezioni fungine, tuttavia, la maggiore difficoltà che si incontra nello sviluppo di farmaci che siano al contempo efficaci e specifici è rappresentata dal funghi di medicina di alcolismo che, a differenza dei batteri, i funghi sono costituiti da cellule analoghe a quelle degli organismi animali cellule eucariote.

Attualmente esistono diversi gruppi di farmaci antimicotici, classificati in base alla struttura chimica, al meccanismo d'azione oppure all'uso clinico. In quest'ultima classificazione sono differenziati funghi di medicina di alcolismo seconda che vengano impiegati localmente nella cura delle micosi superficiali cutanee o per via sistemica nella cura delle micosi degli organi interni.

Anche tra gli antimicotici, come tra gli antibiotici e gli antiviralisi distinguono inoltre molecole di origine naturale, come quelle prodotte da batteri del genere Streptomyces e da funghi del genere Penicillium i più noti sono amfotericina B, griseofulvina, nistatina e molecole non naturali di sintesi, come gli azoli cosi detti da un componente della loro struttura chimica che definisce la desinenza dei loro nomi: clotrimazolo, bifonazolo, ketoconazolo, miconazolo.

Fra gli antimicotici più utilizzati sono inclusi i già citati clotrimazolo, miconazolo, ketoconazolo funghi di medicina di alcolismo amfotericina B, l'econazolo, il fluconazolo e la terbinafina, che a seconda dei casi possono essere prescritti da soli o in combinazione. Più in particolare, le infezioni sistemiche vengono in genere trattate con amfotericina B o con le sue formulazioni lipidichederivati dell'azolo, flucitosina ed echinocandine.

Data la possibile tossicità dell'amfotericina, queste ultime, insieme a triazoli meno tossici, prendono spesso il suo posto nella terapia di molte micosi invasive. Fra le possibili formulazioni acquistabili in farmacia — alcune delle quali possono essere acquistate senza ricetta, come gli integratori — sono inclusi sia prodotti ad uso topico da applicare direttamente sulla cute, sulle unghie o sui capelli, ad esempio creme, spray e shampoo per l'igiene dei capellisia formulazioni orali capsule, pillole o soluzioniprodotti da inserire in vagina per trattare infezioni come le candidosi vaginali e soluzioni da iniettare in vena.

La soluzione più adatta dipende dal tipo di micosi con cui si ha a che fare. Il modo migliore per non funghi di medicina di alcolismo in errori è seguire le indicazioni fornite dal medico e dal farmacista.

I possibili effetti collaterali dei trattamenti con antimicotici variano a seconda del tipo di prodotto e dal principio attivo utilizzati. In particolare vediamo quali sono gli effetti collaterali che possono essere causati da antimicotici topici e orali:.

In genere questi disturbi sono lievi e di breve duratama non mancano nemmeno gli antimicotici che possono scatenare gravi reazioni allergiche con gonfiore al volto, al collo o alla lingua e difficoltà funghi di medicina di alcolismo respirare o una reazione cutanea intensa che richiede di rivolgersi immediatamente al medico.

Inoltre è bene ricordare che gli antimicotici possono influenzare i risultati dei test di laboratorio, alterando ad esempio i livelli di colesterolo. Per quanto riguarda invece il fegatofortunatamente i danni epatici sono un effetto collaterale raro degli antimicotici orali.

Quando ci si affida ad antimicotici ad uso topico ad esempio in forma di crema è bene evitare il contatto con gli occhi e con le mucose ad esempio l'interno della bocca o del nasoa meno che non siano specificamente pensati per la somministrazione a livello di questi tessuti.

Inoltre non bisogna dimenticare che come molti altri farmaci anche gli antimicotici possono avere delle controindicazioni. Prima di tutto è importante ricordare che potrebbero non essere adatti ai bambini. Anche in questo caso è bene non improvvisare e basarsi sui consigli ricevuti dal pediatra e sulle indicazioni riportate nel foglietto funghi di medicina di alcolismo del singolo prodotto. Inoltre piccole quantità di alcuni farmaci possono passare nel latte materno e quindi al bambino che se ne nutre.

Per questo anche le donne che allattano al seno possono assumere antimicotici solo dopo essersi assicurate che non siano controindicati. Pubblicità In molti casi fra le controindicazioni potrebbe essere inclusa anche la gravidanza, ma non funghi di medicina di alcolismo le situazioni in cui funghi di medicina di alcolismo donna incinta si ritrova alle prese con una candida vaginale; in questi casi il medico potrebbe dare il via libera all'uso di creme antimicotiche o di altri prodotti per uso vaginale.

Inoltre prima di assumere un farmaco antimicotico è importante tenere in considerazione gli eventuali problemi di salute di cui si soffre allergie incluse e gli altri farmaci assunti. In funghi di medicina di alcolismo, alcuni antimicotici da assumere per via orale potrebbero essere controindicati nel caso in cui si soffra di problemi cardiaciepatici o renali, e in alcune circostanze potrebbero indurre crisi ipoglicemiche in chi soffre di diabete.

Per questo prima di funghi di medicina di alcolismo è bene consultarsi con il proprio medico. Altre formulazioni, come le creme antimicotiche da applicare sui genitali o i prodotti per uso funghi di medicina di alcolismo, potrebbero danneggiare i preservativi e i diaframmi, riducendo la loro efficacia contraccettiva durante un eventuale rapporto sessuale.

Alcuni principi attivi possono invece interferire con i contraccettivi ormonali a base di estrogeni e progestinici. Di conseguenza il loro utilizzo funghi di medicina di alcolismo causare emorragie inattese; in genere l'efficacia contraccettiva non diminuisce, ma in caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

Inoltre tutti gli antimicotici da assumere per via orale interagiscono con gli estrogeni, e alcuni principi attivi possono interferire con il metabolismo delle benzodiazepine, gli antidepressivi triciclici, la ciclosporina e il tacrolimus, la cimetidina, l'idroclorotiazide, la fenitoina, la teofillina, la zidovudina e l' antibiotico rifampicina.

Per quanto riguarda, invece, la dieta, sembra che nella maggior parte dei casi né specifici alimenti né un consumo moderato di alcolici interferiscano con l'azione di questi farmaci. A cura della redazione. Se cerchi una risposta ad un problema specifico consulta il nostro esperto. Colpiscono soprattutto chi funghi di medicina di alcolismo in sovrappeso o soffre di diabete. Funghi di medicina di alcolismo parliamo con il dermatologo Stefano Veraldi.

Tempo di lettura: 14 minuti. Ok Annulla. Prurito e una sensazione di lieve bruciore e arrossamenti che impongono di interrompere il trattamento e di rivolgersi al medico. Senso di malessere generale, dolori alla pancia, diarreaflatulenza, mal di testaindigestionerash cutanei.