Comportamento esterno ad alcolismo

Alcol tra giovanissimi, lo sballo e le sue conseguenze - Generazioni del 11/11/2015

Misure per lotta contro alcolismo in Russia

Il colloquio si svolge in un ambiente caloroso ed empatico, senza confronto, e comportamento esterno ad alcolismo la partecipazione del paziente. Il terapeuta parte dal principio che la decisione comportamento esterno ad alcolismo di cambiamento spetta al paziente.

Gli argomenti difensivi messi in campo dal paziente di fronte al cambiamento non sono discussi. Nell'ambito di un colloquio motivazionale, è il paziente stesso che indica le ragioni per le quali dovrebbe essere astinente e che redige una lista dei problemi causati dal suo consumo.

Il colloquio motivazionale è costituito da comportamento esterno ad alcolismo sessioni, ciascuna di 50 minuti, per comportamento esterno ad alcolismo durata di 12 settimane. In prima pagina Back Monitoraggio personalizzato Fate il test. Back Consumo di alcol Back I sintomi da disassuefazione Instaurazione della dipendenza.

Back Effetti e rischi Alcol e guida Quanto alcol contiene un bicchiere standard? Back Il contratto di astinenza Diario Comprendere la ricaduta Le 5 regole anti-ricaduta Come resistere in società? Resistere dopo la disassuefazione. Back Panoramica delle consulenze psicologiche Back Gli interventi di tipo motivazionale Le terapie coniugali, familiari e in rete Recupero spontaneo Nuovi interventi psicologici Gli interventi di tipo cognitivo-comportamentale.

Back I gruppi di auto-aiuto Alcolisti Anonimi. Back Indirizzi utili Comportamento esterno ad alcolismo di telefono utili Link web Documentazioni. Home Trattare Panoramica delle consulenze psicologiche Gli interventi di tipo motivazionale. Gli interventi di tipo motivazionale Il colloquio motivazionale mira a indurre il paziente a un cambiamento di comportamento. Sviluppati in primo luogo da Miller et Rollnickgli interventi di questo tipo mirano a stimolare la capacità intrinseca della persona dipendente di uscire dalla situazione.

Questo permette di aprire uno spazio nel quale il paziente potrà liberamente comportamento esterno ad alcolismo le proprie paure, le proprie difficoltà, la propria rabbia rispetto al comportamento che spera di cambiare. In questo contesto, è importante non criticare gli sforzi o le difficoltà del paziente. Il terapeuta non prescrive metodi o tecniche. Il paziente è responsabile dei suoi progressi. Il terapeuta non si assume mai la responsabilità dei cambiamenti di comportamento del paziente.

Il colloquio motivazionale comportamento esterno ad alcolismo prefigge di aumentare la sensazione della capacità di cambiare il comportamento che il paziente ha. Cerca nel sito. Bevo e allora? Ho bisogno di aiuto.

Un familiare beve troppo? Trattare i problemi di alcol Panoramica delle consulenze psicologiche Panoramica dei trattamenti farmacologici Panoramica degli aiuti comunitari I soggiorni in un centro specializzato. Le 5 regole anti-ricaduta I sintomi da disassuefazione Il contratto di astinenza.

Per andare oltre. Il baclofene : indicazioni e controindicazioni. Consumazione di alcol Nessun effetto nullo! Astinenza : la sindrome da disassuefazione.

Come resistere alla voglia di bere in società. Alcol e guida : principali cause degli incidenti. Instaurazione della dipendenza. Consumo di alcol e rischio di cancro. I sintomi da disassuefazione.